Il blog

Itas community San Bonifacio

22/10/2015

1. PREMESSA: LA FUNZIONALITÀ GENERALI DELLE ITAS COMMUNITY

Dal 2014 ITAS assume una nuova visione della sostenibilità, mirata a consolidare il suo essere istituzione. Secondo azioni d’integrazione con i territori dove deve ancora sviluppare la sua forza mutualistica.

Questo grazie alle ITAS Community, intese come una guida comunitaria dove ITAS, con le sua agenzie e delegati, è in grado di creare partnership strategiche con consorzi e cooperative, per aggregare, sviluppare e consolidare modelli di business sostenibili, a favore dei fabbisogni sociali, ambientali e/o culturali delle comunità locali.
 

 2. LA ITAS COMMUNITY DI SAN BONIFACIO

La ITAS Community di Desenzano sarà strutturata fra l’agenzia locale Marconi e la cooperativa Monscleda. Ad oggi, il principale obiettivo strategico della Monscleda è quello di diventare una cooperativa mista, con l’intento di gestire attività socio-‐assistenziali tradizionali in modo congiunto con nuove attività commerciali rivolte al mercato comunitario privato locale e legate alla valorizzazione degli spazi a disposizione. Spazi rappresentati da una nuova sede, importante luogo di aggregazione locale, con: con un centro diurno con 300 posti, una palestra, una sala polifunzionale di 180 posti, una sala mensa con 80 coperti, 3 laboratori di produzione artistica.

Per garantire il raggiungimento di tali obiettivi, la cooperativa deve agire secondo il seguente programma, co-‐progettato con l’agenzia ITAS e JUMP:

1. realizzare un passaggio generazionale, da un punto di vista organizzativo

2. strutturare una nuova visione strategica del business sociale

3. fornire alla nuova organizzazione strumenti di analisi e pianificazione di business sociale

4. acquisire strumenti di raccolta fondi

5. pianificare un sistema di comunicazione e marketing volto all’integrazione con il territorio.
 

 3. GLI OBIETTIVI

La ITAS Community di San Bonifacio deve garantire tre obiettivi:

• rafforzare il ruolo istituzionale sul territorio dell’agenzia;

• accompagnare la cooperativa nel suo salto generazionale, in funzione delle azioni coprogettate;

• sviluppare la partnership fra l’agenzia e la cooperativa, nel definire insieme un sistema integrato

di offerta al mercato al quale tutti i partner di progetto tendono: la comunità locale.
 

4. IL PROGRAMMA E IL CALENDARIO DELLE ATTIVITA’

Per capitalizzare gli obiettivi delle varie realtà coinvolte nelle ITAS Community, per ottimizzare il

più possibile i costi e valorizzare gli impegni della Monscleda, è stato progettato un percorso di

formazione che sarà realizzato fra ottobre e dicembre 2015, così strutturato:

• 40 ore di consulenza dedicate alla cooperativa Monscleda sul salto generazionale, che deve

necessariamente attuare per rendersi pienamente sostenibile. Tale attività sarà svolta presso la

sede della Monscleda.

• 48 ore di consulenza e formazione comuni fra la direzione della Monscleda, la direzione del Consorzio La Tenda, i presidenti delle 15 fra le sue principali cooperative, i presidenti di 2 fra le cooperative che potrebbero accedere più avanti al consorzio e che realizzano progetti strategici sul territorio. L’intento è acquisire strumenti di disegno di modelli di business sostenibili, raccolta fondi, modalità di accesso nelle aziende e disegno di servizi alle aziende. Tali attività saranno realizzate presso la sede del Consorzio La Tenda, Montichiari.

• assistenza alla story telling e su modalità di comunicazione e marketing con il territorio

• eventuale assistenza assicurativa alle cooperative che partecipano al modello

• promozione della cultura mutualistica fra i diversi territori.
 

5. I RISULTATI ATTESI

I risultati attesi dal percorso di formazione sono:

• creare la partnership fra le agenzie ITAS e la Monscleda, che potrebbe potenzialmente diventare strategica per il territorio, visibile, riconoscibile e duratura nel tempo nell’essere insieme istituzione per la comunità

• rendere la cooperativa capace di creare opportunità di sviluppo e crescita

• disegnare un nuovo sistema di offerta per il mercato privato

• disegnare eventuali nuovi prodotti assicurativi utili alla Monscleda

• ottimizzare le risorse economiche messe a disposizione da ITAS in tale percorso, per garantire che il suo apporto sostenga meccanismi imprenditoriali di servizi alla comunità. Così da rafforzare la capacità di uscire dalla logica della filantropia e/o sponsorizzazioni, entrando in una visione di valore condiviso dove un investimento limitato e mirato è in grado di fornire risultati strategici e duraturi.